Pozza Florio

Florio Pozza è nato a Myrtleford – Australia ed è un artista poliedrico che si esprime attraverso arte scrittura e musica; suona didgeridoo, chitarre e vari strumenti a corda; è cresciuto ascoltando musica Inglese e americana degli anni 50-60 trasmessa dalle radio locali e musica aborigena per cui il suo imprinting musicale appartiene fin dall’infanzia a quella cultura…

Come scrittore ha all’attivo 3 libri: IMPRINTING AUSTRALIA, sulla sua infanzia australiana e storia di immigrato in Italia, DIZIONARIO AUSTRALOVENETO sui giochi di parole e traduzioni tra inglese/australiano e veneto e SUDORUE, un diario itinerante di uno che fa ‘moto in bici’ scritto in italo australo veneto.

Come artista lavora da molti anni con il metallo di cui è da sempre appassionato e dopo vari anni nel settore orafo, inizia creare opere di ispirazione australe con la tecnica della traforatura per fusione, sbalzo e cesello. Ha all’attivo molte mostre/eventi e installazaioni e le sue creazioni fanno parte di 2 ricerche fondamentali: ‘Terra Australis’ opere metalliche su pannello e ‘Sculture di Luce’ opere luminose per ambienti.

Musicalmente è compositore / polistrumentista e nasce come chitarrista rock-blues seguendo le orme di Jimi Hendrix poi esperimenta vari generi e strumenti con molteplici collaborazioni nel teatro e con vari musicisti.

Ha lavorato con il teatro, con poeti, scrittori e musicisti e ha 9 produzioni discografiche all’attivo, condivise con compagni di viaggio fondamentali nella creazione della sua alchimia chitarristica: da Paolo Birro a Roberto Dani, Peter Neri, Luca Nardon, Toni Moretti, Marco Guerzoni, Salvo Correri, Salvatore Majore, Rino Adragna, Matteo Lorenzon, Giuliano e i Notturni e molti altri amici and friends. 

Suona diverse chitarre con cui esprime ricerche e stili diversi: dal rock blues al jazz al flamenco alla samba al tango alla musica etnica in generale. Recentemente ha intrapreso una ricerca chitarristica acustica su nuove sonorità e tecniche da cui nasce HTTP style: Hit n Tap a Tone n Pick: una tecnica percussivo/armonica e ritmica che genera melodie e sonorità originali e particolari che in alcuni casi si fondono alla perfezione con il didgeridoo che ha imparato a suonare da amici aborigeni in Australia. Con il batterista percussionista Peter Neri, fonda gli Acoustic Voyagers che daranno vita al didgeriblues e al cd DAYDREAM e tra le varie collaborazioni, ha suonato con la cantante italo/australiana, Gisella Cozzo. Nel frattempo registra il suo cd solo in HTTP style NARRAN, prodotto da Andrea ‘Manne’ Ballarin. Nel frattempo nasce il duo CORDE VOCALI con la cantante Ilaria Pacchiega con cui esplora classici del blues del jazz e della musica italiana d’autore. Attualmente sta lavorando a due nuovi progetti: TWIN TIME ALCHEMY & the magical Mistery Tour con la cantante Sophia Selene Checchi sui Beatles e THE BLESSED BLUES VAN Journey con l’armonicista Carlo Sitzia sul blues. Al recente HOGA ZAIT, festival Cimbro di Roana (VI) ha suonato con DAVID HUDSON, aborigeno australiano, antesignano della diffusione del didgeridoo a livello internazionale da molti anni, e ha lavorato con l’attore NICOLA BRUGNOLO al progetto VOCI E SUONI DEL FINEMONDO tratto dai soliloqui di Carlo Zinelli, uno dei massimi esponenti dell’ art brut mondiale; con Nicola Brugnolo sta lavorando al nuovo recital ‘CATTEDRALE’ e ha appena finito ‘ROCKABILITY’ il primo cd dell’omonimo progetto realizzato in collaborazione con la Fondazione Stefani per la disabilità di Noventa Vic. Ha recentemente suonato con Roberto Dalla Vecchia, con BARRY ROBINSON grande bassista afroamericano e con il batterista Adriano Shaun Ferracin con i quali ha costituito il trio RED & BLUES. Tra le varie collaborazioni/progetti realizzate, quelle con l’arpista veronese Marina Bonetti e il cantante napoletano Riccardo Evangelista. Attualmente ha iniziato una collaborazione con il duo vicentino IREBLA, con il cantautore vicentino Leonardo Buonaterra, con il fisarmonicista Marcello Grandesso, con il quale ha iniziato il progetto EMISFERI, e con il percussionista/cantante congolese Serge Kiminou. LO spirito che anima le collaborazioni di Florio Pozza, è quello dell’interazione multiculturale, attraverso cui la musica e la cultura dei popoli, dialoga aldilà di qualsiasi barriera politico religiosa in nome della pace generando neo linguaggi culturali, conoscenza e bellezza.

Insegna chitarra contemporanea e didgeridoo presso il CUCA (centro urbano di cultura artistica) di Sovizzo (VI).

APPUNTAMENTI

La musica della natura

  Eventi      festivalagric      0 Commenti

Spettacolo con Florio Pozza, vicentino figlio di emigranti, nato e vissuto fino a 20 anni in Australia, dove ha imparato a suonare il didgeridoo … Scopri di più →

Iscriviti alla Newsletter!

Email

PARTNER REALIZZATORI DEL FESTIVAL
PLATINUM PARTNERS
MEDIA PARTNER
PARTNER TECNICI
  • BASSAN Banner
  • BONETTO Banner
  • CORTAL Banner
  • INIZIATIVE BM Banner
  • LATTERIE VICENTINE Banner